Sassuolo: “Ho donato alimenti per i più poveri, consapevole di trasgredire all’ordinanza”


Vuole essere un’autodenuncia la lettera aperta inviata oggi da un cittadino sassolese al Sindaco Menani e al Comandante della Polizia Locale Faso. “Ho accolto l’invito a donare alimenti per i più poveri…. ben consapevole che stavo trasgredendo la vostra ordinanza” scrive

***

 

Sassuolo  giovedì 14 maggio 2020.

          

                                                 Alla c.a del Sindaco di Sassuolo F. Menani

                                                 Alla c.a del comandante della Polizia Urbana

                                                 di Sassuolo. Stefano Faso

Lettera aperta.

 

Oggetto:autodenuncia.

 

Gentilissimi, da corretto cittadino, come mi sforzo di essere, anche se forse non sempre vi riesco, sono ad autodenunciarmi per avere trasgredito l’ordinanza, che ormai è conosciuta come quella delle multe alla carità.

Ecco il fatto.

Sabato scorso, 9 maggio, mi sono recato  a fare la spesa al supermecato Coop. sito in Via Adda a Sassuolo, e ho accolto l’invito a donare alimenti per i più poveri, e pertanto all’uscita ho messo nel carrello che raccoglieva le donazioni, alcuni prodotti alimentari ben consapevole che stavo trasgredendo la vostra ordinanza.

Del resto se vi ricordate ve l’avevo già preannunciato in una mia precedente.

Colgo l’occasione per salutare distintamente.

M.D. (lettera firmata)