Nino Rota protagonista in Rocca a Scandiano con la Toscanini NEXT


“Potrei guardare i film di Fellini alla radio…”, questa affermazione del critico cinematografico americano Roger Ebert racchiude il senso profondo, eccezionale del sodalizio artistico Nino Rota – Federico Fellini, mettendo l’accento sulla qualità straordinaria delle colonne sonore create dal compositore milanese per il grande regista e oramai divenute epiche.

Un sodalizio che rivivrà, venerdì 31 luglio dalle 21.30 nel cortile interno della Rocca dei Boiardo di Scandiano, grazie alla performance della Toscanini NEXT, la celebre filarmonica che si presenterà a Scandiano in una formazione ridotta per un’esibizione che si annuncia particolarmente suggestiva, un viaggio nella musica scritta da Rota per Fellini, nel centesimo anniversario della nascita del regista riminese.

“Abbiamo a lungo inseguito questa opportunità – ha spiegato l’assessore alla cultura del Comune di Scandiano Matteo Caffettani – e siamo davvero lieti di poter ospitare un nome così importante della concertistica contemporanea come la Toscanini in una performance così insolita e accattivante, per altro in un contesto suggestivo come quello della Rocca dei Boiardo, simbolo di Scandiano.

L’evento si colloca nell’ambito di un tributo che abbiamo scelto di dedicare a Fellini, di cui abbiamo proposto alcune celebri pellicole, tra cui “8 e ½ “e “Lo sceicco bianco”, durante il mese di luglio. Fellini è infatti per noi emblema di un cinema onirico e popolare allo stesso tempo, intriso di una magia che lo rende senza tempo grazie anche alle scelte musicali di Nino Rota”.

La serata avrà inizio alle 21.30, in caso di pioggia l’esibizione si terrà comunque al teatro Boiardo. La Toscanini NEXT salirà sul palco con un ensemble di clarinetto, fisarmonica, percussioni e pianoforte, con Mascia Foschi voce recitante. Ricco il programma, nel quale troveranno spazio le colonne sonore di Nino Rota tratte dai film La strada, La dolce vita, Le notti di Cabiria, Amarcord e Otto e ½.

L’ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti, la prenotazione è  obbligatoria allo 0522/764321 dal lun-sab ore 8-13.

In osservanza delle norme anti-Covid, gli accessi verranno contingentati e controllata la distanza di almeno un metro tra una persona e l’altra. Anche le sedute verranno distanziate per i non appartenenti allo stesso nucleo famigliare, indossare la mascherina sarà obbligatorio nei momenti in cui non si è seduti al proprio posto in platea.

 

COS’E’ TOSCANINI NEXT

La Toscanini NEXT è un progetto innovativo de La Toscanini in collaborazione e con il sostegno della rete culturale della regione Emilia-Romagna. Nata per dare una formazione trasversale e un’opportunità di lavoro a giovani musicisti, è un’orchestra formata da 51 musicisti under 35 che nasce e si sviluppa in Emilia-Romagna, con un’impronta nazionale, al servizio della comunità. Il suo è un percorso di Alta Formazione, fatto di teoria e pratica, con docenti d’eccellenza, che si fonde con l’attività concertistica. Tale percorso è mirato alla crescita, qualificazione professionale e innovazione, mentre l’interazione e commistione tra generi e stili, la cifra di riconoscimento della sua attività produttiva.  In questo senso l’orchestra ricerca nuovi repertori, new note, in grado di coinvolgere generi e stili differenti, dal jazz al contemporaneo, dal musical all’elettronica. Unisce sonorità classiche al pop sinfonico; offre ai giovani orchestrali la possibilità di confrontarsi con il repertorio sinfonico e cameristico più impegnativo, affascinante e popolare della musica classica contribuendo alla sua diffusione e valorizzazione.  Si apre anche al cinema, alla magia della musica per le immagini, alle funzioni drammaturgiche del suono con un repertorio di colonne sonore da Oscar. Suo intendimento è di portare la musica nelle piazze, nei teatri, nei luoghi della cultura e della memoria, entra nel tessuto connettivo del territorio avvicinandosi al pubblico. Con la Toscanini NEXT nasce il primo campus musicale che unisce l’Emilia, il Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini” di Parma, alla Romagna con la Scuola di Musica “Giuseppe Sarti” di Faenza. Due esempi di spazi riconvertiti, il complesso ex Salesiani di Faenza e la nuova casa della Toscanini, riqualificati e affidati allo sviluppo culturale della società.