A Monzuno va in scena B-Pop, il Beethoven più popolare

Si chiama B-Pop (Beethoven popolare) il concerto previsto a Monzuno venerdì 25 settembre alle 20.30 presso la Sala Ivo Teglia (Via G. Bertini, 1) organizzato in collaborazione dalla rassegne “Musica in Bianco e Nero” e “Corti chiese cortili”. L’ingresso è libero ma è obbligatoria la prenotazione (via e-mail a fra.rambaldi@gmail.com) visto che il numero dei posti disponibili è limitato.

Musica in Bianco e Nero è un festival dedicato al pianoforte nella musica da camera nato nel 2011 che negli anni ha richiamato musicisti professionisti e nuovi talenti. Il merito va senz’altro al prezioso impegno di tanti appassionati cittadini e alla volontà della direttrice artistica della rassegna, la pianista Francesca Rambaldi, che spiega: «Musica in bianco e nero avrebbe festeggiato quest’anno  grande orgoglio e gioia i dieci anni di attività. Questi tanto attesi festeggiamenti saranno semplicemente rimandati all’anno prossimo. La musica e tutte le forme d’arte hanno certamente giocato un ruolo fondamentale nell’accompagnare tutti noi anche in questo periodo di necessario distanziamento. Per questa ragione si è pensato di rientrare in sordina, offrendo alcuni concerti all’aperto o con ridotta capacità di pubblico, rispettando le regole sociali di prevenzione».

Il programma prevede l’esecuzione di “Trio op. 1 n. 1” in mi bemolle maggiore, “Eyglasses Humoresques” tratto liberamente dal “Duo per viola e violoncello con due paia di occhiali obbligati” in mi bemolle maggiore e una antologia di canzoni popolari su temi britannici per voci e trio con pianoforte.

Sulla scena ci saranno il soprano Rakhsha Ramezani, il baritono Emanuele Di Giandomenico, Diego Romano al violino, Stefano Cucuzzella  al violoncello e Francesca Rambaldi al pianoforte.

Rakhsha Ramezani, soprano, nasce a Tehran e dopo essersi diplomata in violino nella Scuola Musicale della sua città si trasferisce a Bologna per proseguire gli studi con il maestro Paolo Bernardo al conservatorio G.B. Martini. Nell’ottobre 2014 debutta come soprano solista durante il gala lirico Ouverture accompagnata dall’orchestra Senzaspine al teatro Duse di Bologna. Il suo repertorio spazia da Mozart a Donizetti e Bellini, da Bizet a Gounod e Puccini adattandosi al meglio al belcanto italiano.

Emanuele Di Giandomenico nel 2013 sostiene l’esame di ammissione al corso di canto lirico presso il Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso: durante la sua permanenza debutta , come tenore solista al Teatro Savoia di Campobasso, diretto dal Maestro Lorenzo Castriota Skanderbeg con l’orchestra e il coro del conservatorio. Nel 2020 ha debuttato al Teatro Comunale di Bologna in un concerto di musica da camera e liederistica accompagnato al pianoforte dal maestro Dario Tondelli.

Diego Romano ha studiato a Treviso, Novara e Como. Qui si è diplomato prima di trasferirsi in Germania per studiare con  K. Wegrzyn presso la prestigiosa Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover.  Attualmente membro dell’orchestra della radio di Lipsia (MDR), ha collaborato in diverse orchestre professionali (Orchestra de Festival Arena di Verona, opera di Halle, Chemnitz, Dessau) ed è presenza stabile nella Mendelssohn Kammerorchester Leipzig, colla quale ha inciso per Klanglogo e Coviello Classics.

Stefano Cucuzzella si divide equamente fra musica e management. Ancor prima di completare i suoi studi di violoncello con Wolfgang E. Schmidt nella Hochschule di Weimar nel 2013, ha avuto l’occasione di partecipare a diversi rinomati festival, quali Verbier, Schleswig-Holstein e Pacific Music Festival. Ha continuato la sua formazione professionale in orchestre come la Deutsche Oper Berlin e la Staatskapelle Dresden. Dal 2018 lavora nel management delle arti.

Francesca Rambaldi si diploma al Conservatorio di Bologna e si laurea  in Semiotica della Cultura all’Alma Mater Studiorum di Bologna; nel 2016 consegue il Master in musica da camera alla HMT Mendelssohn-Bartholdy (Leipzig) con C. Smettan e H. Bräunlich. Nel 2011 avvia la rassegna“Musica in bianco e nero” a Monzuno (Bologna). Dal 2013 è attiva in Germania dove suona in formazioni stabili: con Felix Thiemann (violoncello) si è esibita in festival in Germania, Italia, Francia, Cina.