Il futuro è nella memoria: al via due settimane di appuntamenti per il 76° anniversario dell’Eccidio di Marzabotto

Prenderà il via il prossimo 26 settembre il ricco calendario di appuntamenti previsti dal Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto per il 76° anniversario dell’Eccidio di Marzabotto, che durerà due settimane, fino all’11 ottobre e troverà il momento più significativo nella cerimonia commerativa di domenica 4 ottobre, per la quale è prevista la presenza di Giuseppe Provenzano, ministro per il sud e la coesione territoriale.

Il calendario risentirà inevitabilmente delle precauzioni necessarie a garantire la prevenzione sanitaria: sarà infatti necessario indossare le mascherine agli eventi e prenotarsi su www.montesole.org per assicurare il distanziamento tra i partecipanti.

Si comincia sabato 26 settembre alle 10: nella Scuola di Pace Monte Sole è previsto il “Weekend senza fretta” con la visita a tema all’area del Memoriale e nel pomeriggio alle 15,30 il laboratorio per adulti “decision making”. Non è un caso, visto che lo slogan che accompagna questi eventi è “il futuro è nella memoria”, che invece domenica 27 settembre saranno coinvolti i più piccoli alle 15,30 con “Simon dice”, un laboratorio pensato per per bambine e bambini dai 6 ai 10 anni.

Tra gli appuntamenti, che oltre a Marzabotto e Monte Sole si snoderanno anche a Monzuno e Bologna, merita sicuramente una menzione la presentazione del libro “Amedeo Nerozzi il primo sindaco antifascista di Marzabotto”, di Patrizia Zanasi, sabato 3 ottobre alle 15 nel Teatro di Marzabotto. Alle 16,30 presso il prato del Poggiolo invece Stefano Cisco Bellotti presenterà “Il vecchio che scriveva romanzi d’amore”, spettacolo dedicato a Luis Sepúlveda con Matteo Procuranti. Sempre sabato poi alle 18 nel Teatro Comunale di Marzabotto sarà presentato il libro “Le stragi nell’Italia occupata 1943-45 nella memoria dei loro autori” alla presenza dell’autore Carlo Gentile, professore di storia presso l’Università di Colonia che ne discuterà con il giornalista Udo Gümpel. Seguirà l’incontro tra lo stesso Carlo Gentile e il regista austriaco Nils Olger.

Domenica 4 ottobre, dopo la messa nella chiesa parrocchiale di Marzabotto presieduta dal cardinale Matteo Maria Zuppi e le orazioni ufficiali di Valter Cardi, presidente Comitato Onoranze caduti di Marzabotto, Valentina Cuppi, sindaca di Marzabotto e Giuseppe Provenzano, ministro per il sud e la coesione territoriale, sarà il giornalismo a essere posto centro della riflessione. Alle 15.30 infatti nel Teatro Comunale di Marzabotto si terrà il dibattito “Oggi come ieri: il fascismo contro la libertà di informazione” con Valentina Cuppi, sindaca di Marzabotto, Paolo Berizzi, giornalista de ‘la Repubblica’; Angela Caponnetto, giornalista de ‘Rai News 24’; Giuseppe Giulietti, Presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana e Walter Verini, componente della Commissione Parlamentare Antimafia.

Gli appuntamenti sono organizzati dal Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto insieme al Comune di Marzabotto, all’Associazione familiari delle vittime degli eccidi nazifascisti di Monte Sole, all’ANPI, alla Scuola di pace di Monte Sole e all’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale con la collaborazione dei Comuni di Grizzana Morandi e Monzuno.