Certificati anagrafici nelle edicole: 8 quelle che aderiranno al progetto proposto dal Comune di Formigine

Sono  8  le  edicole  che  aderiranno  al  progetto  proposto  dall’Amministrazione  comunale,  in  accordo  con  SI.NA.G.I.  (Sindacato  Giornalai  d’Italia),  per  il rilascio dei certificati anagrafici.

Le edicole diventano in questo modo veri e propri “centri servizi di prossimità”, in  grado  di  evitare  spostamenti  che,  valutato  anche  il  periodo  di  pandemia,  sarebbe meglio evitare.

Afferma il Sindaco Maria Costi: “Il  Comune  di  Formigine,  nel  perseguimento  degli  obiettivi  generali  d’innovazione  della  Pubblica  Amministrazione,  è  impegnato  in  un  importante processo di cambiamento organizzativo, tecnologico e culturale, volto ad offrire un miglior servizio ai cittadini e alle imprese; pertanto abbiamo in essere una  serie  di  servizi  fruibili  in  modalità  multicanale”.

“La  possibilità  di  non  recarsi  necessariamente  presso  gli  sportelli  anagrafici  di  via  Unità  d’Italia – continua l’Assessore alle Attività produttive Corrado Bizzini –  rappresenta  un  ulteriore  tassello,  dopo  tutto quello  che  è  stato  fatto  per  incentivare  le  pratiche  online,  che  tuttavia  sono  ancora distanti per la fascia d’età più anziana o per chi non dispone di tecnologia adeguata. Come riferito dal Segretario Provinciale di SI.NA.G.I.  Giuliano Barbieri, Formigine è il primo Comune in Italia, tra quelli di pari dimensioni, ad offrire questo servizio. Ringrazio gli edicolanti che si sono messi in gioco in questa evoluzione del proprio ruolo che li rende veri e propri facilitatori digitali”.

Le edicole aderenti sono: Di Luca (Via Unità d’Italia, 8), Bar Herbie il Maggiolino (Via  Giardini  Sud,  348),  Alvisi  Stefania  (Via  Bassa  Paolucci),  Zanni  Matteo  (Via Don Franchini, 72/A-B;), Giuliani Cinzia (Via S. Antonio, 101/A), Maletti Zarina & C s.n.c. (Via Trento Trieste, 16), Ruffilli Rossella (Via Giardini Nord, 64), Bonvicini Alberto (Via Battezzate, 30).