Nuovo DPCM 24 ottobre: cosa resta aperto e cosa chiude a Fiorano Modenese

A seguito del DPCM emanato in data 24 ottobre dal Consiglio dei Ministri, in materia di lotta al Coronavirus, ecco indicati quali attività e luoghi rimangono accessibili, e quali invece sono sospesi o chiusi, sul territorio comunale di Fiorano Modenese.

Il Castello di Spezzano e il Museo della Ceramica ivi contenuto rimangono aperti, tenendo conto delle particolari modalità di accesso, così come sono confermate le iniziative già in programma, quali animazioni per bambini, visite guidate, corso di ceramica per adulti, nel rispetto dei protocolli di sicurezza e prevenzione adottati.

Sono invece da intendersi sospese le attività associazionistiche come conferenze, cene, tombolate, eventi presso le sedi a loro assegnate (ad esempio Casa Minghetti, Villa Cuoghi, e così via) o presso le sale comunali. Non è invece vietato l’accesso alle sedi delle associazioni da parte di soci e volontari, e possono continuare le attività corsistiche, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, presso le stesse sedi assegnate e/o sale comunali, quali la sala del primo piano del Palazzo Astoria.

Il Gruppo Orti Fiorano avrà la sua sede coperta chiusa, ma è possibile recarsi presso l’orto per la coltivazione di fiori, piante, ortaggi, eccetera, pur mantenendo il distanziamento.

La biblioteca comunale, la ludoteca e l’archivio (BLA) restano aperti nelle modalità e secondo i protocolli già adottati. È consentito lo svolgimento dei corsi di acquerello per adulti e bambini, e dei laboratori creativi presso la ludoteca (in programma a inizio novembre), ma su prenotazione e per un numero limitato di partecipanti.

Le attività culturali in presenza presso Casa Corsini sono tutte sospese, mentre permangono quelle a distanza. Il FabLab serale è consentito, in presenza, a un numero limitato di persone; le altre possono comunque collegarsi via web. Permane la possibilità di coworking, pur garantendo il distanziamento interpersonale. Non è invece concesso affittare la sala civica, a fronte di qualsiasi iniziativa circoscritta (feste, convegni, eventi). Infine, il FabLab Junior resta frequentabile in presenza, sempre nel rispetto dei protocolli adottati, su prenotazione e per un numero ristretto di iscritti.

Sono sospesi tutti gli spettacoli al chiuso e all’aperto di ogni genere, come fiere, sagre, eccetera. Chiusi, altresì, teatro e cinema.

Le palestre in orario extrascolastico rimangono chiuse, come il bocciodromo. Sospesi danza presso teatrino e palestrina, e sport di contatto d’ogni tipo a livello dilettantistico, oltre ai relativi allenamenti e attività connesse (scuole sportive, attività di avviamento). È consentito invece l’accesso alla pista di atletica, la pratica sportiva o motoria all’aperto (con distanziamento), e il gioco del tennis.

Rispetto all’ambito sportivo, permane un’eccezione prevista dal DPCM: sono contenti gli eventi e le competizioni sportive riconosciuti di interesse nazionale nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dal Comitato italiano Paraolimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva e le conseguenti sessioni di allenamento a porte chiuse degli atleti che vi partecipano.