Il Consiglio comunale di Formigine ricorda Ermanno Gorrieri

Nel giorno natale di Ermanno Gorrieri, il 26 novembre, il Consiglio comunale di Formigine ricorderà il centenario della nascita di questo illustre cittadino, la cui  figura è stata centrale nel periodo storico di transizione dal regime fascista allo stato repubblicano, passando per la fase della resistenza e dei comitati di liberazione nazionale, approdando poi a esperienze sindacali, politiche e di ricerca e studio su temi sociali, fino a rivestire il ruolo di Ministro del Lavoro.

A Magreta, frazione nella quale nacque, sarà intitolato un parco alla Brigata Italia (l’organizzazione delle formazioni armate democristiane della pianura, che hanno partecipato ai combattimenti del 21-23 aprile, al momento della Liberazione) mentre per lui sarà installata una targa commemorativa in un luogo da concordare con la famiglia.

“Ermanno Gorrieri – afferma il Presidente del Consiglio comunale Elisa Parenti – è riconosciuto come il padre fondatore della democrazia italiana, della costruzione del suo sistema di valori, della sua organizzazione statale”.

“L’operato di Gorrieri – conclude il Sindaco Maria Costi – ha contribuito in modo determinante sul tema della lotta alle disuguaglianze e contrasto alla povertà, in un quadro storico post bellico in cui la sofferenza sociale era particolarmente evidente. In un periodo storico altrettanto difficile, è a figure come queste che dobbiamo guardare”.