Fiorano, modifica all’ordinanza per la qualità dell’aria

Il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, ha firmato l’ordinanza n. 4/2021 che modifica la precedente ordinanza dell’ottobre 2020 n. 177 relativa all’ adozione di limitazioni alla circolazione veicolare e di misure emergenziali per la gestione della qualità dell’aria e il progressivo allineamento ai valori fissati dall’Unione Europea di cui al d.lgs. n. 155 del 13.08.2010.

La nuova ordinanza recepisce le modifiche disposte alla fine della scorsa settimana dalla Regione Emilia Romagna in tema di limitazioni alla circolazione per i veicoli diesel euro 4 ed euro 5 posticipando di fatto l’entrata in vigore del divieto al termine dell’emergenza da covid -19 “al fine di non penalizzare le persone meno abbienti, in quanto: nel contesto attuale è altamente probabile che i cittadini si orientino sull’utilizzo del proprio veicolo privato per gli spostamenti loro necessari; la situazione di restrizioni ha comportato per molti anche difficoltà economiche, che non hanno consentito la sostituzione dei mezzi privati più inquinanti”.

Restano in vigore tutte le restanti limitazioni relative alla circolazione dei veicoli euro pre euro, euro 1, 2 e 3, a seconda del tipo di alimentazione, le misure relative al riscaldamento domestico e il divieti di abbruciamento biomasse all’aperto.

La Regione ha anche comunicato che con successivo atto verranno rafforzate le misure strutturali ed emergenziali per la qualità dell’aria, prolungandole dal 31 marzo al 30 aprile 2021 e saranno stanziati nuovi fondi per progetti destinati alla mobilità, all’agricoltura (sul tema dello spandimento di liquami zootecnici) e al riscaldamento domestico (incentivi per sostituire le stufe più inquinanti).