A Casalgrande parte il progetto #Localesicuro

Foto di Engin Akyurt da Pixabay

Un’azione di informazione ed educazione sulle regole anticovid, mirata al rispetto delle regole nei locali come bar e ristoranti: questo il senso dell’iniziativa #localesicuro, realizzata dal comune di Casalgrande in accordo con le associazioni ‘Il Campanone’, Vos (Volontari della sicurezza), Anc (Associazione nazionale Carabinieri) e Guardie giurate ecologiche volontarie.

I volontari sono presenti da ieri, 17 febbraio, sul territorio per segnalare i comportamenti scorretti come mancato utilizzo di mascherina, assembramenti, mancata igienizzazione delle mani.

“Abbiamo chiesto alle associazioni di volontariato – spiega il sindaco Giuseppe Daviddi – di aiutarci a svolgere questa attività che mette insieme, prevenzione, educazione e controllo della situazione. L’obiettivo? Vogliamo contenere la diffusione del virus, per salvaguardare la salute pubblica e per cercare di tenere aperti, nei limiti delle regole antivirus, i nostri bar e ristoranti”.

“Non si tratta di sostituire le forze dell’ordine – spiega il sindaco Giuseppe Daviddi – vogliamo però segnalare al singolo cittadino o esercente se si stia comportando in modo corretto o no. Riteniamo ingiusto che tutte le attività debbano chiudere, solo perché alcuni singoli esercenti non si allineano alle regole: questo servizio va quindi anche a garanzia di tutti gli esercenti che si comportano bene”.

“Attualmente a Casalgrande non siamo in una situazione di emergenza – spiega ancora il sindaco – per questo pensiamo che si dovrebbe valutare, una volta messe in piedi queste attività di monitoraggio, che il comune di Casalgrande possa restare zona gialla anche in un contesto di Regione Arancione”.