Shaboo nascosta nel vano portaoggetti dell’auto: arrestati a Modena dalla Polizia di Stato

La Polizia di Stato di Modena, nel pomeriggio di ieri, ha tratto in arresto due uomini, un italiano e un libico, rispettivamente di 49 e 37 anni, responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Una pattuglia della Squadra Volante ha fermato un’auto sospetta, proveniente da San Damaso, che stava percorrendo a velocità sostenuta via Vignolese in direzione centro città. Nonostante fosse stato intimato l’alt, la vettura ha esitato prima di fermarsi 50 metri più avanti rispetto agli operatori.

Durante il controllo, i due soggetti hanno mostrato nervosismo ed insofferenza. A carico di entrambe da un controllo in banca dati sono emersi numerosi precedenti di Polizia per reati in materia di sostanze stupefacenti. L’italiano risulta gravato anche dalla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Modena.

L’intuizione degli agenti ha avuto immediato riscontro: celati all’interno del vano portaoggetti sono stato rinvenuti avvolti nel cotone idrofilo 18,5 grammi di shaboo, una delle più pericolose droghe sintetiche attualmente in circolazione; si tratta di metanfetamina allo stato puro in cristalli dagli effetti devastanti.

Al termine degli accertamenti, i due sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura, come disposto dal Magistrato di turno, in attesa del processo con rito direttissimo.