Vignola: “Bentornati in aula, la scuola è relazione e crescita”

“Le nostre bambine ed i nostri bambini ci hanno dato una bella lezione di senso civico accettando di fare scuola in un modo sconosciuto e non sempre adatto alle proprie necessità e ai propri bisogni educativi. Meritano attenzione, rispetto e impegno da parte di tutti perché si possa proseguire la didattica in presenza al meglio”. Così l’assessore all’Istruzione Daniela Fatatis, in occasione del ritorno tra i banchi degli alunni fino alla prima media.

“In più di una occasione – prosegue l’assessore – la sindaca Emilia Muratori e la Giunta si sono dichiarate solidali con le famiglie che stanno facendo enormi sacrifici per sostenere i propri figli in DAD e con tutti i lavoratori della scuola che stanno mettendosi in gioco da un anno con nuove tecnologie e nuovi metodi di insegnamento a distanza.

In questo anno scolastico 20/21 la scuola non ha mai “chiuso” ed in questo frangente continua ad essere aperta per le categorie di allievi più fragili quali disabili e alunni con bisogni educativi speciali, gli insegnanti continuano a fare il proprio mestiere con dedizione e spirito di servizio, gli studenti continuano a fare il proprio dovere studiando, partecipando alle lezioni a distanza facendo del proprio meglio, i genitori continuano ad essere vicini ai propri figli, districandosi con fatica con i loro impegni di lavoro.

A Vignola c’è un gruppo sempre più ampio di genitori e insegnanti che intende tenere alta l’attenzione sui problemi della scuola, sulla ricaduta psicologica e socio-relazionale che questo periodo sta avendo sui nostri bambini. Proprio nel giorno del ritorno tra i banchi, tappezzeranno il centro di Vignola con i pensieri degli stessi bambini sul significato della scuola.

A tutti coloro che, da domani, torneranno in aula, e a tutti coloro che, invece, sono ancora in attesa e continueranno con la didattica a distanza – conclude Daniela Fatatis – l’augurio di buon lavoro da parte dell’Amministrazione di Vignola”.