Estate 2021: fra voli all’estero, turismo di prossimità e semi-residenziale, le soluzioni per una vacanza su misura

Con l’avvicinarsi dell’estate, nonostante i tempi siano ancora incerti e delicati, lo scenario relativo alle scelte delle prossime vacanze da parte degli italiani inizia gradualmente a delinearsi: per molti aspetti vedremo una situazione molto simile a quella dell’estate passata, ma potremo contare su una maggiore serenità data da un’esperienza più lunga di questa pandemia e, soprattutto, dall’inizio della campagna vaccinale.

Chi abita in Emilia Romagna ha la fortuna di trovarsi in una regione ricca di risorse e di possibilità, che permettono un’ampia scelta a chi, anche per questo 2021, opterà per “vacanze di prossimità” al mare, in campagna o in montagna. Con le dovute cautele, un’adeguata preparazione e un’organizzazione impeccabile del viaggio, dalla scelta della destinazione, a quella del volo, passando per quella dell’alloggio e perfino del parcheggio all’aeroporto di Bologna sarà tuttavia possibile prevedere anche una vacanza verso mete più lontane e raggiungibili in aereo: non solo in Italia, ma anche all’estero.

L’incertezza non ha scoraggiato molti aspiranti vacanzieri, che, con una buona e forse giusta dose di ottimismo, hanno incominciato a prenotare le loro ferie già nei mesi di marzo e di aprile, come testimoniano i numeri diffusi da importanti piattaforme di prenotazione di bed and breakfast: La Sardegna e le isole Canarie sono, rispettivamente, le mete italiana ed estera più gettonate.

I voli da Bologna

L’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna è ben collegato alle splendide isole spagnole baciate da un clima perfetto tutto l’anno: l’aeroporto di Gran Canaria Las Palmas si raggiunge con un volo di 4 ore e 25 minuti. Le compagnie aree low cost sono le più richieste per i collegamenti, e ad oggi il mese in cui è possibile spuntare le tariffe più convenienti è giugno. Quanto alle restrizioni dovute alla pandemia, al momento non sono insostenibili per chi arriva da Bologna alle Canarie: potrebbe essere richiesto di effettuare un tampone all’arrivo o poco prima di partire, mentre occorre sottoporsi a quarantena una volta ritornati in Italia. Attenzione però, perché la situazione potrebbe evolversi se dovesse diventare effettiva la possibilità di viaggiare muniti di passaporto vaccinale, il documento riservato alle persone già vaccinate di cui si sta discutendo in questo periodo.

Quanto all’organizzazione del viaggio, online è possibile affidarsi alle piattaforme aggregatrici per spuntare le soluzioni più convenienti: per il volo, per l’alloggio, ma ormai anche per il parcheggio. Un dettaglio, quest’ultimo, che può fare la differenza, e per diversi motivi. Il primo: non perdere tempo alla ricerca di un posto auto nei pressi dell’aeroporto quando si arriva, così da evitare perdite di tempo e giungere ai terminal in tempo per eventuali controlli, che vista la situazione sanitaria ancora critica, sono sempre previsti; il secondo, non correre il rischio di spendere cifre esorbitanti per il posto auto, magari perfino più alte di quelle di un biglietto aereo low cost; il terzo e non meno importante, essere certi di affidarsi a strutture sicure, che osservino scrupolosamente le regole d’igiene e distanziamento anti-Covid. MyParking, piattaforma di prenotazione e pagamento online del parcheggio, è un’ottima soluzione per organizzarsi, perché permette di assicurarsi un posto auto comodamente online, in anticipo e a prezzi vantaggiosi presso strutture affidabili e sicure, che offrono comodi servizi – dalla navetta al car valet – per viaggiare senza pensieri. Dall’aeroporto di Bologna è possibile raggiungere anche altre mete ideali per le vacanze estive: la Sardegna, la Grecia, la Sicilia, il Portogallo, solo per citare alcune fra le più appetibili.

Cosa visitare in Emilia Romagna

Se, invece, si preferisce puntare su mete vicine, inutile dire che la Riviera romagnola, ma anche le vicine Marche, e in particolare la splendida area del Conero, sono sicuramente un’opzione sempreverde, ideale per chi cerca una vacanza all’insegna del più completo relax e divertimento. Gli amanti dell’arte potrebbero valutare la zona nord orientale della regione, e in particolare Ravenna e Ferrara, oltre alle zone di circostanti di Comacchio e dei lidi ferraresi; chi, invece, sta pensando a una lunga estate all’insegna della pace e della tranquillità, può valutare una permanenza di un paio di mesi o più in una località dell’Appennino tosco-emiliano, anche continuando a lavorare in smart working. Quest’ultima è una possibilità sempre più apprezzata, e non a caso stanno infatti nascendo progetti incentrati sul turismo sostenibile orientati a trasformare la ricettività turistica in semi-residenzialità, con strutture pensate per chi ha deciso di spostare almeno temporaneamente l’ufficio in luoghi ameni e a prova di stress.