Focus sulla “Pandemia da gioco d’azzardo” nell’incontro albinetano della rassegna “Noicontrolemafie”



Si intitola “La Pandemia da azzardo. Il gioco ai tempi del Covid: rischi, pericoli e proposte di riforma”, il libro che verrà presentato martedì 30 novembre, alle ore 21, nella sala del Consiglio comunale di Albinea (piazza Cavicchioni 8).

L’iniziativa fa parte del cartellone della rassegna “Noicontrolemafie”, il festival organizzato da 11 anni dalla Provincia di Reggio, in collaborazione con diversi Comuni e la Regione e con la direzione scientifica di Antonio Nicaso.

All’incontro albinetano, gratuito ma con obbligo di Green Pass, saranno presenti gli autori del libro: Giulia Migneco, autrice e addetta stampa di Avviso Pubblico e Giulia Di Girolamo, referente Educational CaracÒ.

Nel volume si parla del fatto che nel nostro Paese le giocate d’azzardo sono aumentate dell’800% in 20 anni, arrivando a superare i 110 miliardi di euro nel solo 2019, con una crescita che non ha eguali in Europa. Ma l’azzardo è tutt’altro che un gioco: dietro alle luci delle slot machine o degli schermi di computer e cellulari molto spesso si nasconde l’inferno delle dipendenze (1,5 milioni di giocatori italiani hanno un “profilo problematico”), la rovina economica e umana di persone e famiglie, la presenza pervasiva della criminalità organizzata che, attraverso i canali dell’azzardo di Stato, ricicla denaro sporco.

La prima parte di questo libro fa il punto della situazione in Italia prima del Covid-19, attraverso l’evoluzione della normativa e un confronto con alcuni Paesi europei. Approfondisce il mondo del gioco online, un pericoloso fenomeno ancora poco esplorato, e la dipendenza da gioco, stimolata da un’offerta di vaste proporzioni. Evidenzia la predilezione delle mafie per il gioco d’azzardo – il secondo affare dopo la droga – e analizza le risposte e le soluzioni individuate dagli enti locali.

Nella seconda parte vengono affrontati gli effetti che il Coronavirus ha prodotto non solo sulla quantità delle giocate e sul gettito che generano, ma anche sul “mercato” dell’azzardo e sui giocatori, con la nascita di nuove dipendenze, come nel caso del gaming disorder.

Nella parte conclusiva, gli autori del libro si chiedono se sia possibile cambiare rotta e riformare il settore, formulando una proposta organica di azioni concrete a livello nazionale e locale.

Il programma di Noicontrolemafie è consultabile sul sito della Provincia di Reggio (www.provincia.re.it) e sul sito www.Noicontrolemafie.net.