domenica, 29 Gennaio 2023
2.1 C
Comune di Sassuolo
HomeCarpiCarpi, dall’assestamento di bilancio altre risorse per investimenti




Carpi, dall’assestamento di bilancio altre risorse per investimenti

Il Consiglio comunale ha approvato l’assestamento al Bilancio 2022-2024, che aggiorna quello del dicembre 2021 alle vicende economiche e finanziarie sopravvenute, e alle risultanze del rendiconto relativo all’esercizio finanziario precedente. Un “assestato” che risente pesantemente dei rincari energetici e, soprattutto sul versante degli investimenti, del rincaro delle materie prime. Si è astenuta Carpi Futura, contrari gli altri.

Spiega l’assessora al Bilancio Mariella Lugli: «Il 2022 si caratterizza per una graduale uscita dall’emergenza pandemica, ma nel contempo ci vede alle prese con l’esplodere dell’emergenza energetica e un ritorno dell’inflazione a livelli mai visti dal 1983. Davanti a questo quadro era necessario mettere mano a un’ulteriore variazione che, per la parte corrente, provvede a coprire i rincari energetici anche con i fondi Covid che, non più vincolati a misure strettamente legate alla pandemia, andiamo ad applicare integralmente. Al contempo, con la restituzione degli oneri di urbanizzazione, riusciamo a liberare risorse per gli investimenti dando priorità alle opere previste dal PNRR, per le quali ricorreremo, eventualmente, anche a risorse del Comune o co-finanziamenti».

Le spese energetiche, rispetto al bilancio previsionale, sono aumentate in corso d’anno, di 1.334.500€ (rispetto ai 2.500.000 previsti): un aumento solo in parte coperto (50,93%) dai 668.500€ di trasferimenti ministeriali stanziati in aiuto agli enti locali. Da qui la necessità di utilizzare parte delle risorse del “fondone Covid” per far fronte all’aumento delle utenze. Il restante è stato destinato ad agevolazioni per i cittadini (85.000 per il Canone Unico, 220.000 per la Tari e 65.000 di sostegno ai costi energetici del Terzo settore), alla copertura di spese energetiche e costi Covid dell’Unione Terre d’Argine (655.000) e ai costi più strettamente legati alla pandemia come gli interventi di sanificazione (145.266) e il c.d.“fitto drive” (99.605€).

In generale, anche grazie alle economie di spesa e maggiori entrate di parte corrente il bilancio certifica una disponibilità  di € 3.584.515,70  di cui  2.194.655,32 destinati alla parte investimenti.

Su quest’ultimo fronte, prioritario sarà dare corso alle opere finanziate dal PNRR in un’ottica generale di potenziamento della “città pubblica”. Tra gli interventi previsti, le nuove sedi di Polizia locale e Servizi sociali, ma anche manutenzione stradale («in tre anni investiamo circa 4 milioni per asfaltature»), cura del verde (con il secondo stralcio del Parco Lama e nuove piantumazioni) e impiantistica sportiva (nuova palestra polifunzionale).

Ora in onda:
________________












Ultime notizie