10 giorni di chiusura disposti dal Questore per un esercizio pubblico a Carpi



Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato di Carpi ha notificato al titolare di un esercizio pubblico il provvedimento di sospensione della licenza per la durata di 10 giorni, emesso dal Questore ai sensi dell’art. 100 del TULPS.

Il provvedimento è frutto di una intensa attività di verifiche, effettuata dagli agenti del Commissariato di P.S. a partire da gennaio 2020, in esito alla quale è emerso che il locale risulta abitualmente frequentato da soggetti gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti.

Nella notte dello scorso 14 novembre, poi, all’interno dell’esercizio pubblico in questione, si è verificata una violenta rissa, durante la quale i numerosi partecipanti hanno cominciato a scagliare sedie e tavoli e a spruzzare spray urticante, provocando ferite ai contendenti e agli avventori estranei alla diatriba.

Si tratta di un provvedimento a garanzia dell’ordine e della sicurezza dei cittadini che ha come ratio quella di impedire, attraverso la chiusura del locale, il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale.